Benvenuto nel
BMW Auto Club Italia

News dal mondo BMW

  • Auto elettriche: "fare il pieno" alle batterie in pochi minuti sarà presto realtà

    13.12.18

    La carica dei veicoli elettrici in futuro potrebbe essere completata in tempi altrettanto rapidi al classico rifornimento di carburante odierno, grazie al risultato ottenuto dal progetto di ricerca del consorzio FastCharge, che ha presentato ieri un prototipo per una stazione di ricarica con una potenza fino a 450 kW a Jettingen-Scheppach, vicino all'autostrada A8 tra Ulm e Augsburg in Germania. La nuova stazione "di rifornimento" è adatta per i modelli elettrici di tutte le marche con la variante europea di tipo 2 del sistema di ricarica combinata ampiamente utilizzato, ed è ora disponibile per l'uso gratuito. Un veicolo di ricerca Porsche, con una capacità della batteria netta di circa 90 kWh, ha raggiunto un livello di carica di oltre 400 kW in meno di 3 minuti per ottenere 100 km di autonomia. Mentre con un'unica operazione di carica una BMW i3 ha raggiunto l'80% della capacità della batteria ad alta tensione (che ha una capacità netta di 57 kWh) in soli 15 minuti. A seconda del modello di veicolo, la nuova stazione di ricarica ultraveloce può essere utilizzata per veicoli con batterie a 400 volt e con sistemi a 800 volt. In ogni caso la capacità di carica fornita si adatta automaticamente a quella di carica massima consentita del veicolo. FOCUS ON Avviato a luglio 2016 il progetto di ricerca Fast Charge ha ricevuto 7,8 milioni di euro di finanziamenti dal Ministero Federale tedesco dei trasporti e dell'infrastruttura digitale. L'implementazione delle linee guida per il finanziamento è coordinata dall'organizzazione nazionale tedesca Hydrogen and Fuel Cell Technology. Il consorzio industriale comprende i produttori automobilistici BMW Group e Porsche AG, nonché gli operatori Allego, Phoenix Contact E-Mobility per tecnologia di ricarica e Siemens AG per l'elettrotecnica.

  • I motori Diesel BMW ottengono i migliori risultati per le emissioni in Germania

    12.12.18

    L'EcoTest organizzato dall'Associazione automobilistica tedesca (ADAC) è una procedura di test rigorosa che sottopone i veicoli a un esame approfondito che comprende la misurazione delle emissioni inquinanti nella guida su strada in condizioni reali. In una recente sessione di test, tre modelli Diesel di BMW hanno ottenuto il miglior punteggio possibile e il riconoscimento di livello "1": la 520d Touring, la 218d Active Tourer Steptronic e la X1 sDrive 18d Steptronic. Nello specifico la BMW 520d Touring nei test dell'ossido di azoto ha ottenuto una misurazione inferiore a 16 mg/km nella guida urbana e inferiore a 10 mg/km nella guida extra-urbana e in autostrada su una soglia massima consentita di 168 mg/km. Dopo il test sulla X1 sDrive 18d Steptronic l'ADAC ha dichiarato: "BMW si sta comportando molto bene in tema di emissioni. Non ci sono dati anomali per alcun tipo di inquinante e le emissioni di ossido di azoto sono così basse che potrebbero persino essere un record. In alcuni casi le apparecchiature di misurazione estremamente sensibili utilizzate per il test sono riuscite a malapena a rilevare delle emissioni".

  • BMW: Vukotich è Senior Vice President del dipartimento di assistenza alla guida e sviluppo autonomo

    10.12.18

    Dal 1° gennaio 2019 Alejandro Vukotich assumerà la carica di Senior Vice President del dipartimento di assistenza alla guida e sviluppo autonomo del Gruppo BMW e andrà a sostituire Elmar Frickenstein, che è stato Responsabile del dipartimento sin dalla sua creazione nel maggio 2016. Tra il 2006 e il 2016 Frickenstein era a capo del dipartimento di Electrics, Electronics and Driver Environment, che era il precursore del Driver Assistance e dell'unità di guida autonoma. Durante una carriera nel Gruppo durata 30 anni Frickenstein ha avuto un'influenza formativa sull'elettronica dei veicoli. Si ritirerà il 31 marzo dopo una fase di passaggio di consegne con Vukotich che durerà tre mesi. Vukotich ha 19 anni di esperienza nel campo della sicurezza attiva, dell'assistenza alla guida e della guida autonoma nell'industria automobilistica tedesca. FOCUS ON I temi dell'assistenza alla guida e dei veicoli autonomi svolgono un ruolo fondamentale nella strategia del Gruppo per il futuro. Lo sviluppo è in gran parte svolto presso il BMW Group Autonomous Driving Campus di Unterschleißheim vicino a Monaco, ufficialmente inaugurato ad aprile. Attualmente vi sono circa 1.300 specialisti di BMW e dei suoi partner chiave come FCA, Intel e Mobileye che stanno lavorando allo sviluppo di uno stack tecnologico per guida di livello 2, 3, 4 e 5 altamente automatizzata. La BMW iNEXT, presentata ufficialmente al recente Salone di Los Angeles, è il primo modello del Gruppo ad essere dotato di un sistema di livello 3 per una guida altamente automatizzata quando verrà lanciata nel 2021.

  • BMW Italia partner ufficiale della serata inaugurale del Teatro alla Scala di Milano

    5.12.18

    La partnership tra il Gruppo BMW e il Teatro alla Scala di Milano si rinnova anche per la stagione 2018/2019 che si apre il prossimo 7 dicembre con l'opera Attila di Giuseppe Verdi. BMW conferma la sua presenza come partner ufficiale della Serata Inaugurale e si appresta a celebrare una nuova stagione a fianco di uno dei più importanti e prestigiosi teatri al mondo. BMW Italia è partner del Teatro alla Scala dal 2002 in qualità di fornitore ufficiale e dal 2005 nella veste di partner ufficiale della serata inaugurale. Dal 2016, in occasione del centenario del Gruppo BMW e dei 50 anni di presenza nel nostro Paese, la filiale italiana è diventata Fondatore Sostenitore del Teatro milanese. Tante le iniziative realizzate insieme nel corso degli anni, come ad esempio il lancio di nuovi prodotti, con le ultime tre generazioni della BMW Serie 7 e nel 2013 della i3, la prima vettura elettrica del Gruppo.